Cosmetica



imgw cosmeticaimgw cosmetica2Il trattamento di sbiancamento è necessario per risolvere problemi di discromie, macchie inestetiche o per schiarire la tonalità del sorriso. Si esegue con sostanze sbiancanti, con effetto ossigenante a base di perossido di carbammide, attivabile con l’uso di lampade al plasma o di LASER.





Lo sbiancamento

Durante l’applicazione il perossido di carbammide si scinde e l'ossigeno penetra lo smalto e la dentina, attivando l'azione sbiancante. La struttura dei denti non subisce alterazioni. Viene semplicemente schiarito il colore del dente.
Lo sbiancamento, sempre preceduto da un’attenta visita e da una seduta di igiene dentale, può essere effettuato in un unico appuntamento in studio oppure in due sedute in casi più complessi, uno dedicato all'arcata superiore ed uno dedicato all'arcata inferirore.
Nel corso della procedura di sbiancamento, un minimo numero di persone potrebbe provare un leggero aumento temporaneo della sensibilità verso il caldo o il freddo. La sensibilità solitamente recede entro le prime 48 ore dal completamento della procedura di sbiancamento.
La durata del trattamento dipende essenzialmente dal paziente ed è legato ad una buona igiene orale ed a un'attenzione particolare a sostanze come: caffè, thè e tabacco che tendono a pigmentare i denti. Si possono fare ritocchi periodici ogni due d'anni.

Letto 1948 volte

socialshare

share on facebook share on linkedin share on pinterest share on youtube share on twitter share on tumblr share on soceity6