Implantologia

 

 

imgw implantologiaÈ la sostituzione dei denti mancanti o non più recuperabili, mediante l’inserimento nell’osso di radici artificiali, costituite da viti in titanio di differente morfologia, lunghezza e diametro.
Gli impianti di titanio sono assolutamente biocompatibili, in quanto sono costruiti con gli stessi materiali, anche se modificati per l'uso nella cavità orale, che da circa mezzo secolo sono utilizzati nelle protesi d'anca.
Gli impianti si inseriscono tramite un piccolo intervento chirurgico normalmente eseguito nello studio dentistico, in anestesia locale. Presso il nostro centro sono adottate sia la tecnica implantare Straumann che la tecnica impiantare 3i BIOMAX.
Grazie alle più avanzate tecniche e ai materiali più sofisticati oggi disponibili è possibile imgw implantologia2posizionare gli impianti, anche dove le infezioni o il tempo hanno fatto riassorbire l’osso offrendo, nella quasi totalità dei casi, una dentatura fissa con un’ottima resa estetica e, quando possibile, in una sola seduta. Per migliorare ulteriormente il confort del paziente, gli interventi possono essere eseguiti sia con la sedazione cosciente, in presenza di un medico anestesista, sia con l'analgesia sedativa ad opera del protossido.
Non è possibile alcun rigetto di un impianto, grazie alla sua assoluta biocompatibilità, invece è possibile la non integrazione ossea dell'impianto, oppure la perdita d'integrazione e quindi la sua mobilità.
In condizioni ideali dell’osso non c’è limite alla durata degli impianti.

 

IMPLANTOLOGIA A CARICO IMMEDIATO tipo "All on Four" o "Columbus Bridge"

/
      ozio_gallery_fuerte
      Ozio Gallery made with ❤ by turismo.eu/fuerteventura

      È una tecnica di implantologia che consente l'immediato posizionamento dei denti fissi sugli impianti senza dover attendere diversi mesi, come nell'implantologia tradizionale. È particolarmente indicata nelle zone estetiche e quando si deve riabilitare tutta una arcata. È una tecnica che garantisce un confort altissimo, perché al paziente in una sola seduta vengono tolti i denti, inseriti gli impianti e dopo 24 ore posizionata una protesi fissa. Questa viene tenuta per qualche mese, per consentire la completa guarigione e l'osteointegrazione, dopodiché si sostituisce con una protesi definitiva fissa.
      La percentuale di successo di queste tecniche dipende dalla zona e dalla situazione ossea.
      La tecnica è meglio conosciuta come "All on Four" o "Columbus Bridge". Consiste nell'inserimento di almeno 4 impianti in un mascellare edentulo, e se necessario, per sfruttare al massimo l'osso nativo, si posizionano gli impianti delle sedi distali inclinati. Questo tipo di intervento viene eseguito in anestesia con sedazione da parte di un anestesista, per il maggior comfort del paziente. I casi da trattare con questa avanzata tecnica implantare vanno selezionati con cura, per garantire i migliori successi implanto-protesici. Al fine di posizionare gli impianti di massima lunghezza con la massima precisione, sfruttando al meglio le sedi ossee, nel nostro centro ci si avvale dell'Implantologia Computer Guidata.

       

      IMPLANTOLOGIA COMPUTER GUIDATA

      Oggi grazie alla tecnologia 3D e al SimPlant, si può pianificare il trattamento implantare, interamente in studio. La tecnica 3D consiste nello studio del caso implantare, mediante il sistema Cone Beam, che è una semplice indagine TAC, eseguita nel nostro centro odontoiatrico, al fine di valutare l’osso residuo pre o post estrazione, finalizzata all’implantologia. Il nostro centro si avvale del sistema KODAK 9000, che è compatibile con il SimPlant (termine che significa: pianificazione rapida e facile del caso implantare), ossia un software compatibile con l’immagine TAC.
      simplant taskpanelIl software permette di posizionare virtualmente gli impianti, con cura e precisione, mimando le condizioni dell’osso del paziente. Si possono evidenziare le strutture anatomiche e prevedere eventuali carenze d’osso e quindi ordinare la guida chirurgica, ovvero una mascherina, che contiene delle boccole per le frese implantari. Una volta posizionata la mascherina chirurgica, surgi guide, nella bocca del paziente, è possibile guidare la fresatura dell’osso e il completo posizionamento dell’impianto, oltre a preparare preventivamente un provvisorio, permettendo una protesizzazione immediata, post implantare.

       

      L'impianto

      Funzionalmente ed esteticamente si comporta come un dente naturale;
      Sostituisce una radice mancante evitando di limare i denti vicini;
      Preserva l'osso circostante;
      È di facile igiene domiciliare.

      Gli impianti si possono usare nei seguenti casi di pazienti:

      Edentuli totali: cioè con mancanza di tutti i denti;
      Edentuli parziali: cioè con mancanza di alcuni denti.

      L’obbiettivo degli impianti è quello di:

      stabilizzare una protesi totale del paziente con 2 o 4 impianti;
      sostituire una protesi mobile con una protesi fissa con 6/8 impianti, tipo Toronto o circolare fisso su impianti;
      sostituire uno o più denti persi per estrazione;
      sostituire un'intera arcata con 4/6 impianti a carico immediato tipo "Columbus Bridge".

      Un dente impiantato è costituito da 3 parti:

      Corona, che è la parte protesica visibile in bocca;
      Moncone, che si deve posizionare sull'impianto per supportare la corona;
      Impianto, cioè la radice che si posiziona nell’osso.

      Non ci sono limiti di età per l’implantologia, se sono presenti buone condizioni di salute generale. Unico limite è la crescita completa del paziente.

      Letto 2500 volte

      socialshare

      share on facebook share on linkedin share on pinterest share on youtube share on twitter share on tumblr share on soceity6